Le tecnologie digitali cambiano le aziende e creano opportunità di lavoro

Le tecnologie digitali cambiano le aziende e creano opportunità di lavoro

C’eravamo anche noi a Pisa il 12 Ottobre alla seconda edizione del TECH JOBS fair. Abbiamo presentato la professione del Comunicatore Tecnico all’interno di un panorama pressoché dedicato al mondo dell’informatica. La manifestazione è all’interno della quattro giorni dell’Internet Festival.

Alessandro Pratelli con AP Publishing, è delegato territoriale per la Toscana della COM&TEC Associazione Italiana per la Comunicazione Tecnica. Abbiamo voluto partecipare a questo evento poiché le tecnologie che incrociano la Comunicazione Tecnica e la fruizione ed uso delle informazioni sono parte delle trasformazioni Digitali che stiamo vivendo.

Promuovere la professione del comunicatore tecnico

Fra gli espositori c’erano molte le aziende informatiche (software bancario, sistemi connessi in wireless, sistemi IoT, algoritmi per l’analisi del sentiment di mail, testi e campagne social…) in cerca di tecnici, informatici e sviluppatori. Oltre a promuovere la professione del Comunicatore Tecnico abbiamo cercato di sensibilizzare i partecipanti, per lo più informatici e fargli scoprire le opportunità di lavoro che possono scaturire dai progetti in essere in ambito Comunicazione Tecnica. Abbiamo parlato di cosa cercano le aziende che costruiscono le macchine e che le usano sopratutto in ottica Industry 4.0. Molte sono le cose da fare in ambito informatico, dalle applicazioni per la lettura e analisi dei dati di funzionamento di una macchina, dalle interazioni con la realtà virtuale per le manutenzioni, l’intelligenza artificiale per far si che la macchina sappia come comportarsi dopo un evento insolito.

un momento del panel

Abbiamo partecipato al panel “ALL TECH le tecnologie digitali cambiano le aziende e creano opportunità di lavoro“. È emerso che (assodate le capacità di svolgere un lavoro che diciamo di saper fare) le capacità di un candidato di cambiare punto di vista, di uscire dalla zona di confort, di apprendere velocemente nuove tecnologie sono più importanti della conoscenza e delle competenze acquisite in un percorso di studi o nel precedente lavoro.

La tecnologia cambia velocemente, quello che abbiamo conosciuto e scoperto oggi è già vecchio. Siamo in grado di tenere il passo della tecnologia? Questa non è una domanda per una persona sola, ma per un team, per una azienda intera. Sono le sinergie fra gli attori dell’innovazione digitale che permettono di trovare risposte o soluzioni. L’idea deve poter incontrare l’esecutore e il finanziatore, in un giro circolare l’una per l’altra. Pisa è un polo di eccellenza fra ricerca, startup centri universitari e di sperimentazione con il Sant’Anna, il Polo Tecnologico, l’Università, il CNR, il Talent Garden e le moltissime startup.

A dare man forte al nostro intervento c’è stata la COM&TEC con tutti i suoi progetti. Abbiamo infatti presentato il corso CQCT Corso di Qualificazione per Comunicatore tecnico, la Prima formazione specialistica continua in questo ambito, mai realizzata in Italia, che sarà certificata. Abbiamo presentato il progetto ITS Italiano Tecnico Semplificato, un metodo di standardizzazione della scrittura tecnica che sta riscuotendo moltissimo successo tra le aziende e su cui la COM&TEC sta sviluppando tecnologie e software di supporto all’impianto. Si tratta di un progetto con pubblicazioni ePub e cartacee con marchio registrato e copyright COM&TEC (trovate il titolo sulle librerie online).

Vogliamo ringraziare tutti le persone che si sono sedute ed hanno chiesto informazioni al nostro desk, fra cui un paio di studenti stranieri, l’organizzazione dell’evento, la COM&TEC, le altre aziende espositrici e i ragazzi di AP Publishing.

Un bell’evento dove la dinamicità delle aziende, dei candidati e dei visitatori tutti, evidenziano il formicolio costante, di fondo, che accompagna l’innovazione digitale nel nostro territorio. Noi di AP Publishing ci saremo anche il 10 Ottobre del 2020.

Potrebbe interessarti anche

Alessandro Pratelli
Alessandro Pratelli

Perito aeronautico, calsse '72. Lavora come redattore tecnico dal 1995 poi fonda AP Publishing. Appassionato di Direttive e norme tecniche. La frase che preferisce? "Se non alzi mai gli occhi, ti sembrerà di essere nel punto più in alto".

No Comments

Post A Comment