CNA Toscana e Regione Toscana: conferenza stampa sull’apertura dei punti Uni-Cei

CNA Toscana e Regione Toscana: conferenza stampa sull’apertura dei punti Uni-Cei

tratta da CNA Toscana

30/01/2011

Questa mattina, nella sede della Presidenza della Regione Toscana, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione dell’apertura dei punti Uni-Cei in Toscana, presenti l’assessore regionale Gianfranco Simoncini, il Presidente CNA Installazione e Impianti Toscana Maurizio Barsottini, il Direttore CNA Toscana Saverio Paolieri e Alberto Simeoni, responsabile Sede di Roma di UNI.

“L’artigianato e le piccole imprese toscane hanno conoscenze, competenze, qualità, serietà e rappresentano l’elemento fondamentale per l’economia della regione. CNA in Toscana sta lavorando per consentire a questi imprenditori, e anche ai professionisti e agli enti pubblici, di qualificare il loro lavoro e di affrontare la sfida della globalizzazione con i requisiti normativi indispensabili. Fa parte di questa strategia l’apertura dei ‘Punti UNI’ e dei ‘Punti CEI’ presso le sedi provinciali della CNA in Toscana. L’intento non è però solo di avere in CNA un luogo fisico dove consultare gratuitamente o acquistare l’intero corpo normativo nazionale e internazionale, già molto utile per le imprese, ma anche un centro dove le imprese e i professionisti trovano consulenza qualificata” lo afferma il Direttore CNA Toscana Saverio Paolieri.

“Le norme UNI e CEI interessano la gran parte delle imprese e in particolare il settore delle costruzioni – aggiunge Maurizio Barsottini Presidente CNA Installazione e Impianti Toscana – stiamo parlando di un settore che conta in Toscana nell’edilizia circa 69.000 imprese, quasi 51.000 di queste sono artigiane ed occupano oltre 150.000 addetti; altre 40.000 sono poi le imprese del settore installazione impianti (elettricisti, idraulici, installatori e manutentori impianti di riscaldamento e condizionamento, ecc.) con circa 120.000 addetti”.

UNI (Ente Nazionale Italiano di Unificazione), fondato nel 1921, studia, elabora, approva e pubblica le norme per tutti i settori industriali, commerciali e del terziario, tranne il settore elettrotecnico, elettronico e delle telecomunicazioni alla cui normazione è preposto il CEI (Comitato Elettrotecnico Italiano), fondato nel 1909. Entrambi gli enti  sono riconosciuti dallo Stato Italiano e dall’UE. UNI ha aperto nove nuovi “punti” in Toscana presso le sedi provinciali CNA (Arezzo, Grosseto, Livorno, Lucca, Massa Carrara, Pisa, Pistoia, Prato e Siena), uno e in esclusiva per ognuna di queste province ed è in fase di definizione l’apertura di un decimo punto presso la sede CNA ad Empoli. I “Punti CEI” sono invece aperti presso tutte e 10 le CNA provinciali.
Alberto Simeoni, dirigente UNI, dichiara: “Grazie all’accordo di collaborazione con CNA, la rete dei “Punti UNI” (centri di informazione, formazione e consultazione delle norme UNI) si è particolarmente rafforzata in Toscana. Lo sviluppo della rete dei “Punti UNI” è uno strumento importante per lo sviluppo delle imprese e la tutela del consumatore ed è una concreta applicazione del principio dello Small Business Act che invita a informare e incoraggiare le piccole e micro-imprese alla conoscenza e all’uso delle norme”.

Mediante un accordo con Cna Toscana UNI infatti ha affidato alle Cna Provinciali gli sportelli per la consultazione, divulgazione, informazione e formazione sulla normazione tecnica volontaria, dove gli imprenditori possono consultare gratuitamente o anche acquistare le pubblicazioni di UNI (raccolte di norme, manuali, cataloghi anche su cd-rom), richiedere materiale informativo, partecipare a convegni e seminari di qualificazione tecnico-professionale. UNI elabora norme tecniche che contribuiscono al miglioramento dell’efficienza e dell’efficacia del sistema economico-sociale italiano, strumenti di supporto all’innovazione tecnologica, alla competitività, alla promozione del commercio, alla protezione dei consumatori, alla tutela dell’ambiente, alla qualità dei prodotti e dei processi.
Le norme UNI definiscono lo stato dell’arte di prodotti, processi e servizi, specificano cioè “come fare bene le cose” garantendo sicurezza, rispetto per l’ambiente e prestazioni certe. Sono documenti elaborati consensualmente dai rappresentanti di tutte le parti interessate e – pur essendo di applicazione volontaria – forniscono agli operatori riferimenti certi, anche di rilevanza contrattuale. Le norme tecniche, quindi, sono importanti per ottenere forniture di qualità, contenere i costi, rendere più efficiente la propria organizzazione, migliorare ed innovare i prodotti, avere un rapporto contrattuale chiaro con fornitori e clienti. UNI pubblica anche manuali e organizza corsi di formazione per tecnici, imprenditori e professionisti.
Anche il CEI attraverso l’accordo con CNA Toscana ha affidato alle CNA Provinciali gli sportelli di divulgazione delle norme, relative a materiali, macchinari, impianti, processi e programmi, che questo ente elabora per il settore elettrotecnico, elettronico e delle telecomunicazioni. Il CEI provvede anche alla simbologia e alla terminologia per il settore elettrotecnico; elabora regole e procedure per prove e controlli di rispondenza alle norme tecniche; promuove corsi e seminari con il supporto di manuali e guide.
Le Norme tecniche CEI stabiliscono i requisiti fondamentali che devono avere materiali, macchine, apparecchiature, installazioni e impianti elettrici ed elettronici per rispondere alla regola della buona tecnica, definendo le caratteristiche, le condizioni di sicurezza, di affidabilità, di qualità e i metodi di prova che garantiscono la rispondenza dei componenti alla regola dell’arte. La Legge 186/1968 ha stabilito che “i materiali, le macchine, le installazioni e gli impianti elettrici ed elettronici, realizzati secondo le Norme CEI si considerano a regola d’arte”.

Potrebbe interessarti anche

Alessandro Pratelli
Alessandro Pratelli

Perito aeronautico, calsse '72. Lavora come redattore tecnico dal 1995 poi fonda AP Publishing. Appassionato di Direttive e norme tecniche. La frase che preferisce? "Se non alzi mai gli occhi, ti sembrerà di essere nel punto più in alto".

No Comments

Post A Comment