“Safety Manager”, ingegneri a scuola di sicurezza

“Safety Manager”, ingegneri a scuola di sicurezza

tratta dal sito della Regione Toscana

Al via domani un corso di formazione nella sede universitaria di Empoli
“Safety Manager”, ingegneri a scuola di sicurezza
Borsa di studio di 2.500 euro ciascuno. Teoria e tirocinio sul campo

Ingegneri a scuola di sicurezza. Il progetto, che nasce sotto la spinta della Commissione consiliare lavoro, ed è frutto della collaborazione tra Regione Toscana (settore Ricerca, Sviluppo e Tutela del lavoro), la direzione generale toscana dell’Inail, le facoltà di ingegneria delle Università di Firenze, Pisa e Siena, e le parti sociali, prende il via domani, venerdì 22 ottobre, con la prima sessione del corso per la formazione di “Safety Manager”, che si terrà nel centro di formazione della Asl di Empoli.

Obiettivo del progetto, formare figure professionali che abbiano le competenze necessarie a gestire gli aspetti della sicurezza in cantiere, o a organizzare il servizio di prevenzione e protezione aziendale, in staff con il datore di lavoro: 30-50 manager specializzati nella progettazione dei percorsi legati alla sicurezza nelle imprese, in particolare nei cantieri, in campo civile, infrastrutturale e industriale.

Il progetto è integrato nel normale corso di studi delle facoltà di ingegneria: gli allievi possono frequentare alcune materie già presenti nei corsi universitari, integrandole poi con un modulo professionalizzante, per completare la preparazione.

«Quello della sicurezza sul lavoro è un tema per noi prioritario – dichiara l’assessore al diritto alla salute Daniela Scaramuccia – Per quanto si faccia, gli incidenti continuano purtroppo a verificarsi: l’ultimo è quello di ieri a Roccastrada, in cui un operaio ha perso la vita schiacciato dal muletto su cui lavorava. Alla sua famiglia va il mio pensiero solidale. E’ importante richiamare tutti gli attori – lavoratori, certo, ma anche e soprattutto datori di lavoro, istituzioni, parti sociali – alle proprire responsabilità, e mettere l’accento sull’importanza della formazione di chi deve garantire la sicurezza».

Il progetto consentirà l’acquisizione del titolo formativo per “Coordinatore per la progettazione e per l’esecuzione dei lavoro” nei cantieri temporanei e mobili, e per “Responsabile del servizio di prevenzione e protezione”. Oltre a una parte teorica di 213 ore, divisa tra i moduli giuridico, tecnico, organizzativo e applicativo, sono previsti stage e tirocini sul campo: due distinti tirocini della durata di tre mesi ciascuno, da svolgere all’interno di un’azienda del settore costruzioni e presso un ente pubblico di controllo.

Agli aspiranti safety manager viene garantita una borsa di studio di 2.500 euro ciascuno, finanziata da Regione e Inail, al 50% ciascuno. Le categorie produttive e le aziende che aderiranno al progetto per l’inserimento in azienda del safety manager, beneficeranno di forme di sostegno economico.

‘Safety Manager’, Ingegneri a scuola di sicurezza (21 ottobre 2010)

 

Potrebbe interessarti anche

Alessandro Pratelli
Alessandro Pratelli

Perito aeronautico, calsse '72. Lavora come redattore tecnico dal 1995 poi fonda AP Publishing. Appassionato di Direttive e norme tecniche. La frase che preferisce? "Se non alzi mai gli occhi, ti sembrerà di essere nel punto più in alto".

No Comments

Post A Comment